Lotteria Italia: nessuno incassa il 2° premio. 2 milioni al fondo per i monumenti

truffa al casino di sanremo

La Lotteria Italia distribuisce ogni anno ricchi premi ai giocatori, ma spesso queste vincite rimangono senza un padrone. Lo conferma anche l’edizione 2015, che non ha trovato un padrone per il secondo biglietto estratto. Due milioni di euro non reclamati e che adesso finiranno su un fondo speciale.

Beneficenza per i monumenti 

E’ successo a San Nicola La Strada in strada in provincia di Caserta. Il biglietto da 2 milioni di euro è stato venduto li, ma dopo i canonici 180 giorni di tempo, nessuno ha reclamato la vincita. Decorsi i sei mesi, il legittimo proprietario perde qualunque diritto e i soldi vanno su un fondo per la cura e la tutela dei monumenti italiani. Insomma non vanno proprio persi quei soldi e vengono dirottati per un qualcosa di assolutamente utile.

I precedenti

Non è la prima volta che succede una cosa del genere nella lotteria Italia. Nel 2012 non fu ritirato il secondo premio, così come nel 2014 rimase non incassato all’Aquila il quarto premio. Dal 2002 ad oggi sono ben 26 milioni di euro, i premi non ritirati nei vari giochi italiani. Una cifra incredibile, la cui media era al ribasso nel 2015, prima del suddetto biglietto.

Lotteria Italia 2015

La legge sugli incassi 

Come vi abbiamo spiegato qualche riga sopra, dal momento in cui i risultati di qualunque gioco vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, il giocatore ha tempo 180 giorni per reclamare la propria vincita. Decorso quel tempo, perde ogni diritto.

UK come l’Italia

Non poteva essere da meno un paese come la Gran Bretagna, patria del gioco e di grandissimi giocatori. Sono ricchi gli almanacchi inglesi di casi analoghi, dove le vincite restano senza un padrone. L’episodio più eclatante senza dubbio, riguarda  il misterioso vincitore dell’Euromilions a Bristol. Avrebbe vinto nel 2014 la bellezza di un milione di sterline, ovvero un milione e mezzo di euro. Nessuno però è mai passato all’incassato.

Relevant news

Lascia un commento