eSports: l'Italia si avvia ad aprire le scommesse sui video games. Arrivano 120 concessioni

Un Francesco Rodano a 360 gradi, quello che ha parlato a ruota libera sulle pagine di “Italia Oggi”. Dalle gara di assegnazione per 120 nuove concessioni, al mercato online sempre più in fermento, con la conseguente apertura del betting sugli eSports, il nuovo fenomeno di massa. Insomma importanti novità per il futuro recente del mercato Italiano, sempre più in fermento.

120 concessioni per 24 milioni di euro

Francesco Rodano, direttore dell’Agenzie delle Dogane e dei giochi, afferma che entro il 30 giugno si aprirà la gara per assegnare 120 nuove concessioni per il gioco online. Il costo di ogni singola concessione è di 200.000 euro e lo stato italiano dunque spera di raccogliere ben 24 milioni di euro. Una cifra importante e che potrebbe aiutare a rialzare l’intero settore dei giochi.

eSports come segnale dei tempi che cambiano

Francesco Rodano si conferma molto aperto ai cambiamenti del mercato e dunque vuole che il suo ente sia al passo con i tempi: L’Agenzia ha il complesso compito di restare al passo con i tempi nella regolamentazione dei nuovi prodotti che emergono sul mercato, in modo da evitare che le novità rappresentino un fattore di attrazione verso il settore illegale. Per tale motivo stiamo già studiando la possibilità di consentire a breve, ai concessionari autorizzati di offrire anche scommesse su tale disciplina, a fronte della garanzia di adeguati livelli di sicurezza e della possibilità di monitorare eventuali flussi anomali, escludendo in ogni caso tutti gli eSports che possano istigare comportamenti violenti o discriminazioni di qualsiasi genere”

Esports 4

Cosa sono gli eSports

Non sono altro che la spettacolarizzazione e l’intrattenimento attraverso i video games. Un fenomeno di massa sempre più crescente, iniziato in terra asiatica e proseguito poi nel resto del mondo. Molto sicuramente ha influito la creazione di Twitch, che attraverso i suoi canali ha fomentato l’appeal su questo settore. I dati di visione sono altissimi e in alcuni casi fanno davvero concorrenza alle televisoni.

Italia in linea con altri paesi

Questa apertura del nostro paese, permette all’Italia di allinearsi ad altri paesi nel mondo, dove gli eSports sono ormai considerati a tutti gli effetti degli sports. In Francia ad esempio, il parlamento sta discutendo di disciplinare gli eSports, con una legge speciale per le competizioni legate ai video-games

Relevant news

Lascia un commento